Apicoltura Susanna De Rose

BenvenutiBenvenuti

Vai ai contenuti

Apicoltura Pratica

varie
Consigli pratici per chi si dedica all'apicoltura.
La primavera si avvicina ed una delle attività che maggiormente tiene impegnato l'apicoltore che guarda alla nuova stagione apistica è la preparazione dei telaini che serviranno sia per l'inarniamento delle nuove famiglie (raccolta sciami) che per la sostituzione programmata dei telaini più vecchi all'interno dell'alveare. Indispensabili per tale operazione:
Telaino;
Filo;
Martello;
Chiodini;
Foglio cereo;
Pinza o tronchesi;
Zigrinatore;
Alimentatore.
La cura di alcuni dettagli può rendere la vita molto più facile nel corso della stagione. Un metotodo da me usato per valutare la qualità di un telaino è quello di poggiarlo su di una superfice piana e vedere se rimane in piedi senza cadere (foto1), questo sta a dimostrare che è perfettamente equilibrato e pertanto una volta posto all'interno dell'arnia resterà perfettamente dritto e non tendera ad effetti di deriva verso destra o verso sinistra. Il telaino viene successivamente armato con un filo metallico (foto 2) che tramite riscaldamento accoglie il foglio cereo. Ci sono tre diversi tipi di filo in commercio, quello zincato, il più economico e scadente in qualità , quello stagnato che è un gradino piu su ed infine il top il filo inox, assolutamente da raccomandare per i seguenti semplici motivi. Per rendere il foglio cereo solidale al filo si usa un alimentatore elettrico che surriscalda il filo e fà si che il foglio cereo penetri nel filo avvolgendolo. Il surriscaldamento del filo tende ad ossidare quello zincato e quello stagnato mentre lascia inalterato il filo inox. Il filo ossidato puo rilasciare sostanza indesiderate sui telai con conseguente rischio di inquinamento del miele , soprattutto nei melari. Verificare  con attenzione i fori sul telaino (foto 3), di solito questi presentano delle sbavature lasciate dalla punta del trapano . E' buona norma dare una passata di carta vetrata o levigatrice (a seconda della quantità di telaini da lavorare) rendendo le superfici del legno perfettamente lisce. Questo lavoro ci tornera utile nel momento in cui andremo a inserire il foglio cereo che senza alcun inciampo si leghera al filo (foto 5). Nel momento in cui presenteremo alle nostre api dei telai armati in modo corretto ci ricompenseranno lavorandoli nel migliore dei modi.
Privacy Policy
© 2004-2018 Apicoltura Susanna De Rose
Via La Quercia 56 - 03019 Supino PI 02339490605
Torna ai contenuti